Buon compleanno Luca!

DSC_6822Il 24 luglio è il giorno della seconda e ultima parata del festival Gion Matsuri, reintrodotta per la prima volta quest’anno dopo più di 50 anni. A  fatica troviamo un posto su un muretto in prossimità di un incrocio e, abbarbicati ad un alberello, attendiamo l’arrivo dei carri. Il clima è afoso e un poliziotto con un sorriso affabile pronuncia ininterrottamente parole incomprensibili attraverso un megafono, mentre con la mano e i cenni del capo sembra benedire la folla. D’improvviso sbuca da dietro gli edifici il primo stendardo, seguito da una variopinta sfilata di uomini, donne e bambini agghindati con abiti tradizionali. Le dame a cavallo paiono bambole di ceramica e alcune bambine trotterellano al seguito nei loro abiti color pesca, attardandosi di tanto in tanto per far ruotare gli ombrellini di carta di riso. DSC_6795Dietro di loro uomini vestiti da aironi aprono le ali come ad ammonire le piccole, che ripartono leste per non esser raggiunte. Due giovani samurai, perfettamente immedesimati nel ruolo assegnatogli, proteggono impettiti tre scrigni dorati sorretti da alcuni portantini. DSC_6837

 

Infine chiudono la parata i grandi carri che avanzano lenti e pesanti come pachidermi. Piccoli pini svettano sopra le coperture e gli esili rami fluttuano nell’aria insieme alle note dei flauti e ai trilli dei campanelli. Prima che il carro giunga nel centro dell’incrocio alcuni uomini estraggono due fascine di canne di bambù tagliate verticalmente e le dispongono a terra.

DSC_6579Quando le ruote anteriori salgono sui legni, il carro viene bloccato con dei cunei. Secchi di acqua (e sapone, credo) vengono rovesciati sull’asfalto e sulle canne per ridurre l’attrito. I DSC_6806due uomini che muovono in modo ritmato i ventagli sul predellino anteriore del carro, vengono raggiunti da altri due che, come maestri di cerimonia, iniziano a dirigere le manovre. Le corde con le quali il carro viene trascinato sono repentinamente avvolte intorno al mozzo della ruota anteriore esterna. All’ordine unisono dei maestri di cerimonia, il gigante viene fatto scivolare sulle canne compiendo una rotazione intorno alle ruote posteriori. Ci sono volute circa quattro possenti spinte per fargli compiere una rotazione di 90°. Terminata l’abile manovra, il carro prosegue nella nuova direzione accompagnato dagli applausi della folla rimasta con il fiato sospeso fino a quel momento.

Dopo aver assistito a questo spettacolo unico, ci dirigiamo verso la galleria commerciale per prendere un regalo per Luca, perchè il 24 luglio è anche il suo compleanno! Essendo un bambino molto permeabile alle differenti culture, usi e costumi, ha optato per uno yukata (la versione estiva del kimono)……ed io proprio non potevo lasciarlo solo in questa sua scelta!

20140724_145309

 

This entry was posted in Giappone, Marta by Mario. Bookmark the permalink.

About Mario

Oltre ad occuparmi di rifiuti per mestiere, mi intrigano la mobilità ciclabile e quella elettrica. E di conseguenza il viaggiare, da cui sto diventando sempre più dipendente

6 thoughts on “Buon compleanno Luca!

  1. qui sono le 4 e 40 pm
    AUGURONI da tutti no, prozii, cugni e cuginette
    HAPPY BIRTHDAY !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Un abbraccione a tutti

  2. tanti auguri cucciolo della zia !!! anche tu, come me, hai la fortuna di festeggiare il tuo compleanno sempre in posti diversi…anche se io non sono mai stata cosi lontana! auguri piccolo uomo, ormai sei grande e impari un sacco di cose stupende !! un abbraccio e una tirata di orecchie da migliaia di Km di distanza da chi vi pensa sempre !!!!!!!!!!!!!!!!
    ti vogliamo bene

    LTP

    • buon compleanno luca………………….auguri giovane ” uomo ”

      ti vogliamo tutti tanto tanto bene . Evviva il grande calciatore–

      matematico . Bacio nonna ml

  3. Auguri Luca , con il consueto ritardo , dovuto al fatto che sei un po lontano , dall altra parte del mondo !!! Un bacione. nonno ezio

  4. Ciao Luca! Tanti affettuosissimi auguri, anche se in ritardo!
    Stai proprio bene con lo yukata che hai comprato e anche quello della mamma è molto bello! Buona continuazione e un abbraccio
    Maestra Silvia

Leave a Reply

Your email address will not be published.